> >Sport Nautici> Come scegliere un kayak

Come scegliere un kayak

Come scegliere un kayak

Provare l'adrenalina di discendere le rapide di un fiume, cimentarsi in un'escursione di più giorni o semplicemente godersi una breve pagaiata al mare o su un lago per raggiungere una spiaggetta inaccessibile dalla terraferma: il kayak ti consente di vivere tutte queste emozioni. Ma esistono kayak e kayak, e scegliere bene il più adatto alle proprie esigenze è fondamentale per vivere al meglio tutte le avventure. La scelta dipenderà da diversi fattori: l'esperienza, il numero di passeggeri, la rigidità, la manovrabilità, la stabilità, il comfort.

 

Kayak rigido o gonfiabile

Un kayak gonfiabile si può trasportare facilmente, occupa meno spazio, è leggero e ha un prezzo accessibile. Tuttavia, è necessario sciacquarlo, montarlo e smontarlo ogni volta che lo si utilizza. Il kayak gonfiabile si gonfia in meno di 10 minuti con una pompa a pedale o manuale. Sono sufficienti pochi minuti per gonfiare il kayak con una pompa elettrica. Tuttavia, è necessario fare attenzione a scegliere una pompa potente che permetta di raggiungere la pressione adeguata al kayak.

Il kayak rigido è più stabile, più robusto e si danneggia poco, ma allo stesso tempo è più pesante, più ingombrante ed è anche costoso.

 Kayak Gonfiabile K2 Orangemarine

Kayak gonfiabili

 Kayak rigido YUMA 1 persona

Kayak rigidi

 Kayak modulabile Tequila solo

Kayak rigidi modulabili

Peso, dimensioni e trasporto

Senza alcun dubbio, un kayak gonfiabile sarà più leggero e meno ingombrante rispetto a un kayak rigido, quindi più facile da trasportare: basterà sgonfiarlo, ripiegarlo, riporlo nella sua sacca di trasporto e infilarlo nel bagagliaio della macchina. Sarà anche più facile da stoccare in quanto una volta ripiegato occupa un volume ridotto. Un kayak rigido dovrà essere trasportato sul tettuccio dell'auto, su cui bisognerà montare un portapacchi, o su un apposito rimorchio.

Anche il trasporto a piedi dall’auto all’acqua sarà più semplice se il kayak è gonfiabile, soprattutto se si è da soli. Per questo compito può essere utile un carrello di trasporto per kayak.

I kayak rigidi modulabili sono un buon compromesso in termini di spazio di stoccaggio e facilità di trasporto.

 

Performance

I kayak gonfiabili, per quanto possano essere poco flessibili, tendono a deformarsi se sottoposti a peso, creando così una forma irregolare che avrà più difficoltà a scivolare nell’acqua. Se sei alla ricerca di prestazioni di velocità dovrai orientarti su un kayak rigido. Poiché la velocità influisce anche sulle distanze percorribili, il kayak rigido è da privilegiare anche quando si intende fare escursioni di lunga durata.

 

Manutenzione

I kayak gonfiabili sono più delicati, la tela può andare soggetta a scolorimento dovuto ai raggi solari il rischio di forature non deve essere sottovalutato. Se usato in acqua di mare, il kayak gonfiabile deve essere sciacquato dopo ogni uscita. Bisogna però tenere a mente che con la giusta cura (non lasciarlo al sole, non gonfiarlo troppo, evitare le rocce taglienti) un kayak gonfiabile può durare a lungo. Inoltre, le forature di estensione ridotta possono essere accomodate con gli appositi kit di riparazione.

Un kayak rigido invece non necessita di cure particolari e regge bene gli impatti contro rami, rocce e scogli; può anche essere trascinato al suolo senza danneggiarsi minimamente. Attenzione però: un impatto troppo forte può deformarlo irreparabilmente!

 

Uso

Kayak per acque vive

Da utilizzare su laghi e fiumi, devono essere molto maneggevoli (più corte) ma non hanno bisogno di essere rapide perché seguono la corrente.

Kayak da escursione

Devono avere un grande spazio di stoccaggio a bordo per permettere di trasportare tutto l’occorrente per le escursioni. Se scegli un kayak di questo tipo, avrai sicuramente bisogno di una sacca stagna o di un bidone stagno per riporre il tuo materiale senza rischiare di bagnarlo.

Kayak da pesca

I kayak da pesca sono in genere dipinti di verde per mimetizzarsi col paesaggio. Sono inoltre dotati di porta canne che permettono di installare più canne da pesca e in generale dispongono di spazio supplementare per trasportare l’attrezzatura da pesca e la ghiacciaia per esche e pescato (e qualche birretta!).

Kayak per lo svago

Creati per permetterti di divertirti al massimo durante le tue escursioni di durata medio-corta, in mare o lago.

 

Forma del kayak

Lo scafo ellittico permette di navigare in mare mosso conservando un buon livello di equilibrio e stabilità.

Lo scafo a V permette di mantenere una buona stabilità nonostante il mare mosso.

Lo scafo piatto in mare mosso non offre un livello appropriato di equilibrio e stabilità.

Lo scafo con linea spezzata o “a banana” taglia perfettamente le onde.

 

Numero di passeggeri

Ovviamente bisogna sceglierlo in base al numero di persone che si intende trasportare, ma non solo: se si ha necessità di trasportare molta attrezzatura, è possibile aggiungere un posto in più rispetto ai passeggeri realmente previsti. Ad esempio, una persona che ha previsto di effettuare da sola un’escursione di più giorni, può scegliere un kayak biposto e sfruttare lo spazio libero per trasportare l’attrezzatura da campeggio. Si sconsiglia di andare oltre una persona in più rispetto ai passeggeri reali perché diventerebbe difficile manovrare il kayak.

A parità di numero di passeggeri, scegliere un kayak più lungo se si desidera avere un maggiore spazio per il corpo (soprattutto se si è alti) e/o per trasportare oggetti. Privilegiare invece un kayak più piccolo e robusto se si desidera avere maggiore manovrabilità.

Per quanto riguarda la stabilità, bisogna scegliere un kayak più largo. Se si opta per un kayak gonfiabile, maggiore è il diametro dei tubolari, più importante sarà la stabilità. Se si è alla ricerca di performance di velocità, preferire invece un kayak più stretto che riuscirà a meglio tagliare l’acqua.

 Kayak monoposto

Kayak monoposto

kayak biposto

Kayak biposto

kayak a 3 posti

Kayak a 3 posti

kayak modulabili

Kayak modulabili

 

Come scegliere la pagaia per il kayak

Per determinare la giusta lunghezza della pagaia è sufficiente distendere le braccia al di sopra della testa: la pagaia deve arrivare all'altezza dell'incavo della mano.

Scegliere una pagaia smontabile se si desidera riporla più facilmente.

Scopri la nostra gamma di pagaie per kayak.

 

Sicurezza e comfort in kayak

Per goderti appieno le tue avventure in kayak senza preoccupazioni, ti consigliamo indossare e far indossare a chi ti accompagna un giubbotto salvagente per sport nautici, che ti permetterà di restare a galla in caso di caduta in acqua.

Per il tuo comfort, pensa a portare con te

Occhiali da sole lenti polarizzateOCCHIALI DA SOLE CON LENTI POLARIZZATE

Che riducono i fastidiosi riflessi del sole sull’acqua e proteggono i tuoi occhi

LycraLYCRA

Spesso dotati di protezione anti UV attiva, faranno da schermo ai raggi solari evitandoti dolorose scottature

CappelliCAPPELLO

Per proteggere la tua testa dal sole

Sacche stagne

SACCA STAGNA

Per trasportare il tuo materiale all’asciutto

bidoni stagniBIDONE STAGNO

Per proteggere il tuo materiale dall’acqua e dagli urti

GhiacciaieGHIACCIAIA

Per goderti una meritata bibita gelata durante le soste