LOFRANS'
HARKEN
MUSTO
Torqeedo
Plastimo

Isolatore di Batteria ARGO FET

Cod. : 125038
Gli isolatori con tecnologia FET, come avviene anche per quelli a diodo, consentono una carica simultanea di 3 batterie da un unico alternatore (o da un unico caricabatteria), senza collegare le batterie tra di loro. Scaricando così la batteria di servizio, per esempio, non si scaricherà anche quella di avviamento. Diversamente da quelli a diodo, gli isolatori con tecnologia FET non hanno praticamente nessun calo di tensione che, infatti, è inferiore a 0,02 Volt in assenza di carico mentre arriva mediamente a 0,1 Volt a pieno carico. Utilizzando gli Isolatori di Batteria ARGO FET, non occorre aumentare la tensione in uscita dell’alternatore. E’ necessario però fare attenzione alla lunghezza dei cavi che deve essere il più corta possibile e alla sezione trasversale che deve essere sufficiente. Esempio: Quando una corrente di 100 A scorre attraverso un cavo con sezione trasversale di 50 mmG (AWG 0) ed una lunghezza di 10 m (30 piedi), il calo di tensione di 0,26 Volt. Similmente, una corrente di 50 A che attraversa un cavo di 10 mmG di sezione trasversale (AWG 7) e 5 m di lunghezza (15 piedi) avrà un calo di tensione di 0,35 Volt! Ingresso per alternatore Alcuni alternatori hanno bisogno di una tensione in CC sull’uscita B+ per avviare la carica. Ovviamente, la tensione sarà presente dal momento in cui l’alternatore verrà collegato direttamente ad una batteria. Inserendo un diodo o uno sdoppiatore FET si eviterà un ritorno di tensione/corrente dalla batteria verso l’uscita B+ impedendo così l’avviamento dell’alternatore. I nuovi isolatori Argo Fet possiedono un ingresso speciale per alternatore a corrente limitata che alimenterà l’uscita B+ quando l’interruttore avvio/arresto motore è chiuso.
139,99 €
Modello
non disponibile
Avvisami quando il prodotto sarà disponibile

Descrizione

Gli isolatori con tecnologia FET, come avviene anche per quelli a diodo, consentono una carica simultanea di 3 batterie da un unico alternatore (o da un unico caricabatteria), senza collegare le batterie tra di loro.

Scaricando così la batteria di servizio, per esempio, non si scaricherà anche quella di avviamento.

Diversamente da quelli a diodo, gli isolatori con tecnologia FET non hanno praticamente nessun calo di tensione che, infatti, è inferiore a 0,02 Volt in assenza di carico mentre arriva mediamente a 0,1 Volt a pieno carico.

Utilizzando gli Isolatori di Batteria ARGO FET, non occorre aumentare la tensione in uscita dell’alternatore. E’ necessario però fare attenzione alla lunghezza dei cavi che deve essere il più corta possibile e alla sezione trasversale che deve essere sufficiente.

Esempio:

Quando una corrente di 100 A scorre attraverso un cavo con sezione trasversale di 50 mmG (AWG 0) ed una lunghezza di 10 m (30 piedi), il calo di tensione di 0,26 Volt. Similmente, una corrente di 50 A che attraversa un cavo di 10 mmG di sezione trasversale (AWG 7) e 5 m di lunghezza (15 piedi) avrà un calo di tensione di 0,35 Volt!

Ingresso per alternatore

Alcuni alternatori hanno bisogno di una tensione in CC sull’uscita B+ per avviare la carica. Ovviamente, la tensione sarà presente dal momento in cui l’alternatore verrà collegato direttamente ad una batteria. Inserendo un diodo o uno sdoppiatore FET si eviterà un ritorno di tensione/corrente dalla batteria verso l’uscita B+ impedendo così l’avviamento dell’alternatore.

I nuovi isolatori Argo Fet possiedono un ingresso speciale per alternatore a corrente limitata che alimenterà l’uscita B+ quando l’interruttore avvio/arresto motore è chiuso.

Uso e manutenzione

Manutenzione non necessaria

Domande/Risposte

Non ci sono domande dei clienti per il momento.


La tua domanda è stata inviata con successo il nostro team. Grazie per la domanda!
Fai una domanda
Captcha

Funzioni

Peso
1.4 kg
Dimensioni
65x120x200 (h x l x P) mm
Tipologia
Ripartitore di carica