> Guide e consigli>Sicurezza> Estintori e primo soccorso

Estintori e primo soccorso

 Come scegliere gli estintori e il materiale di primo soccorso

 

L'essenziale:

Nonostante la prudenza a bordo vi è sempre la possibilità che divampi un incendio sulla propria barca. La capacità di determinarne l'origine e il luogo preciso e la velocità di reazione sono dei fattori determinanti per la salvaguardia dell'equipaggio e della barca.

Fuoco secco: originato dall'incendio di materie solide organiche che formano brace (carta, legna, carbone, gomma).

Fuoco grasso: originato dall'incendio dell'olio della stufa. Non gettare acqua poiché si vaporizzerebbe con l'olio bollente: utilizzare un coperchio o una coperta per spegnere il fuoco. Tuttavia, se questi mezzi dovessero rivelarsi insufficienti è necessario utilizzare un estintore.

Fuoco nel compartimento motore: Spegnere il motore, l'alimentazione a carburate e il contatto elettrico. Non aprire il cofano poiché l'aria alimenterebbe il fuoco. Indirizzare la polvere dell'estintore tramite lo sfiato di accesso all'interno del compartimento chiuso. In ogni caso, non gettare acqua poiché propagherebbe solo l'incendio (il gasolio e l'olio galleggiano).

Fuoco elettrico: Spegnere il contatto generale. Utilizzare un estintore a polvere.

 

 

Come scegliere l'estintore?

Gli estintori utilizzati a bordo delle unità da diporto devono essere di tipo omologato. Non è richiesta la visita periodica. L'estintore comunque deve essere conservato in buono stato di manutenzione e, se è presente l'indicatore, deve trovarsi nella posizione di carica (zona verde). Gli estintori devono essere marcati CE (standard EN/ISO o EN).

 

 

Tabella dotazione minima degli estintori:

 

 

1) Per i locali o vani dell’apparato motore provvisti di impianto fisso antincendio gli estintori devono essere:

  • Per potenza fino a 294 KW: 1 da 13 B;
  • Per potenza superiore a 294 KW 1 da 21 B.

Note:

Nella tabella, il numero che precede la lettera B indica la capacità estinguente dell’estintore. Ad un numero più alto, corrisponde una maggiore capacità estinguente; la capacità indicata nelle tabelle è la minima richiesta. La lettera B indica invece la designazione della classe di fuoco che l’estintore è idoneo a spegnere. Sulle unità da diporto possono essere sistemati estintori appartenenti alle classi di fuoco A o C purché omologati anche per classe di fuoco B.

Per le unità marcate CE gli estintori sono già collocati a bordo ed indicati nel manuale del proprietario. La verifica periodica degli estintori non è richiesta. Il controllo consiste nell’accertamento del buon stato di conservazione e l’indicatore di pressione, quando esiste, deve essere nella posizione di carico (zona verde).

 

Un'alternativa all'estintore è un dispositivo antifuoco che permetta di spegnere gli incendi.

La regolamentazione:

Imbarcazione CE: seguire le raccomandazione del costruttore indicate nel manuale del proprietario. Il costruttore o il rappresentante autorizzato deve poter essere in grado di informare l'utente.

Imbarcazioni non CE: D.M. 5 ottobre 1999 n. 478. Regolamento recante norme di sicurezza per la navigazione da diporto.

Il materiale antincendio deve essere conforme al D.M. 5 ottobre 1999 n. 478. Non è richiesto un controllo periodico dei dispositivi antifuoco.

A bordo delle barche la cui lunghezza dello scafo è superiore ai 15 m, la disposizione del materiale antincendio è indicata dai simboli conformi alle disposizioni della risoluzione A.654(15) dell’O.M.I., o come è indicata dalla norma in vigore in merito all'evacuazione e all'incendio di uno Stato membro dell'Unione Europea. Se l'incendio si propaga, bisogna prepararsi ad evacuare la barca.

Lanciare un MAY-DAY (canale 16) per ricevere soccorso immediato. In ogni caso proteggersi.

Prima di avvicinarsi al fuoco è necessario indossare dei vestiti per proteggersi e bagnarli: cappello e maglione di lana, pantaloni, guanti e scarpe in cuoio. Non indossare vestiti o intimo in materiale sintetico poiché fonderebbero bruciando la pelle.

È importante sapere dove è stato posizionato a bordo il materiale antincendio e come si aziona. Pertanto, la formazione dell'equipaggio in merito ai dispositivi antincendio è indispensabile prima di ogni partenza. Se vi è la necessità di immergersi in acqua fredda, è necessario dotarsi di muta, pinne, maschera e boccaglio.

 

Le coperte antifuoco devono essere conformi allo standard EN 1869.

 

 

La borsa del primo soccorso deve come minimo comprendere:

  • 1 pacchetto di 5 di garze sterilizzate di media misura
  • Clorexidina in soluzione acquosa unidose 0,05%;
  • 1 cuscino termostatico;
  • 1 rotolo di 4m di bende (larghezza 10 cm);
  • 1 rotolo di 4 m di benda autoadesiva (larghezza 10 cm);
  • 1 scatola di cerotti di 3 misure differenti;
  • 4 paia di guanti da esame non sterili nelle misure M e L.

Qualsiasi aggiunta alla borsa di primo soccorso è una scelta del personale della barca che deve essere effettuata in base ai rischi sanitari identificabile e che bisogna prevedere in funzione della navigazione che si vuole intraprendere e delle persone imbarcate.

Delle coperte o una borsa termica possono essere indispensabili in caso di ipotermia.