> >Comfort> La cucina in barca

La cucina in barca

La cucina in barca

Per avere una buona cucina a bordo di una barca è necessaria un'installazione pratica e sicura: bisogna installare a bordo una cucina speciale in acciaio inox di qualità marina e conforme alle norme di sicurezza europea (CE). Sono possibili diverse soluzioni in base allo spazio di cui si dispone nella cabina e anche in base al budget disponibile.

 

Cosa bisogna sapere sulla cucina a bordo

È necessario scegliere tra differenti fonti di energia:

  • - l'alcool (o il petrolio dearomatizzato): il più diffuso disponibile ovunque nel mondo e che si può utilizzare anche per il riscaldamento
  • - l’elettricità: si dovrà valutare l'autonomia elettrica realizzando un bilancio elettrico della barca.
  • - Il gas: fonte di energia meno cara ma con determinate regole di sicurezza da rispettare.

Si dovrà al tempo stesso scegliere una cucina in base allo spazio disponibile:

- Spazio ristretto: installare un fornello o un piano cottura ad incasso o portatile.

- Spazio abbondante: installare una cucina a gas (con o senza forno) ad incasso o su un giunto cardanico (meccanismo ai lati della cucina che permette un'oscillazione in modo da mantenere l'area di cottura in posizione orizzontale in caso di inclinazione della barca).

Il numero di fornelli, dipenderà dal numero di passeggeri a bordo e dalla comodità di cui si intende usufruire, ma 3 fornelli sono solitamente sufficienti per cucinare diverse pietanze insieme. Si potrà avere a bordo un forno a microonde ma è necessario controllare con l'inverter sia di tipo sinusoidale per evitare una perdita di potenza del 50%.

Da non dimenticare la soluzione all'aria aperta che resta uno dei piaceri indispensabili in mare: il barbecue! Esso permette di grigliare il pesce senza affumicare la cabina

FORNELLO AD ALCOOL
FORNELLO AD ALCOOL
PIANO COTTURA A GAS
PIANO COTTURA A GAS
PIANO COTTURA ELETTRICO
PIANO COTTURA ELETTRICO
CUCINA A GAS
CUCINA A GAS
PIANO COTTURA CON LAVELLO
PIANO COTTURA CON LAVELLO
BARBECUE
BARBECUE

 

LA REGOLAMENTAZIONE:

La regolamentazione è semplice e logica per quanto riguarda l'installazione a gas:

  • - Le bombole di gas devono essere stoccate all'esterno e al di sopra della linea di galleggiamento, se esse sono poste all'interno di un govone quest'ultimo deve essere ben ventilato.
  • - È necessario utilizzare un regolatore di pressione in metalli resistente alla corrosione marina e un sistema di valvola di sicurezza in caso di sovrappressione dell'installazione
  • - I tubi flessibili devono essere collegati in modo fisso per evitare qualsiasi rischio di fuga o di vibrazione e in caso di inclinazione, i tubi non devono superare il metro.
  • - L’installazione deve comprendere una valvola di arresto del gas situata a monte del tubo flessibile, quest'ultimo deve essere accessibile in prossimità della cucina
  • - La regolamentazione impone un estintore per sezione di 20m² abitabile.
  • - Infine quando si acquista una nuova attrezzatura, bisogna verificare che sia certificate CE e che sia conforme ad un uso nautico.
  • Trovi tutto il necessario nel nostro reparto Raccordi gas

 

LE MISURE:

Quando si prendono le misure dello spazio che può accogliere un fornello o una cucina a gas su giunto cardanico è necessario calcolare il suo spostamento in caso di inclinazione. SI deve controllare che la porta del forno disponga di un sistema di bloccaggio. L’accensione elettronica è maggiormente sicura, ma l'accensione con i fiammiferi permette di essere autonomi sapendo di avere sempre a bordo, per ragioni di sicurezza, una scatola di fiammiferi o un accendino a disposizione. Se scegliete una piastra in vetroceramica, è meglio premunirsi di un fornello di sostituzione (a gas o ad alcool), in caso di assenza di energia elettrica.

L’alcool (o il petrolio dearomatizzato) è un carburante diffuso in tutto il mondo.  Sappiate che determinati fornelli che utilizzano questo tipo di carburante possono trasformarsi in un riscaldamento supplementare.

Per la scelta del forno, preferite i rivestimenti smaltati che sono più resistenti all'erosione marina, meno cari e come a casa sono più facili da pulire.


LA MANUTENZIONE:

L’acciaio inox è solitamente utilizzato per la progettazione delle componenti della cucina. È un acciaio inox marino, che può essere liscio o spazzolato. La manutenzione dell'acciaio inox spazzolato è più facile. Per quanto riguarda le installazioni elettriche come le placche in vetroceramica è sufficiente uno straccio umido.

I pezzi difettosi della stufa e del piano cottura sono facilmente sostituibili e disponibili.

 

ATTREZZATURA COMPLEMENTARE:

I dispositivi blocca pentole sono un accessorio indispensabile qualunque sia il tipo di barca a vela o a motore, in quanto permettono di mantenere le pentole in posizione orizzontale in caso di inclinazione quando il mare è agitato. Munirsi di parafiamma per evitare qualsiasi contato del calore con la parete della barca.

Dotarsi di una caffettiera o di un bollitore, i migliori strumenti per riscaldare rapidamente un liquido caldo. Esistono delle caffettiere e dei bollitori elettrici a 12 volt.

Per quanto riguarda pentole e stoviglie, sceglile il più possibili impilabili e  infrangibili. Melamina e metallo sono i materiali da prediligere.

 

il nostro consiglio sulla cucina in barca

Controllare la validità del tubo di alimentazione del gas. In caso di incidenti, estintore e coperta antincendio devono essere utilizzati tempestivamente.


Avvisami! Offerte e vantaggi