Le manovre

C:Usersfrancesca.simonaggioDownloadssailboat.jpg

OTTIMIZZATE I VOSTRI AGGIUSTAMENTI

La manovra comprende essenzialmente l'albero, la boma, il tangone, le sartie (sartie alte, trasversali o diagonali, sartie basse), il paterazzo, lo strallo e le sartie volanti. Rappresenta una parte fondamentale della barca. La sua regolazione permette di ottenere il miglior compromesso tra performance, affidabilità e sicurezza. Tuttavia un minimo di conoscenza è indispensabile perché le regolazioni che effettuate siano efficaci.
 

L’essenziale

I diversi organi di una manovra:

Paterazzo: trattiene la testa dell'albero e gli impedisce di pendere in avanti. La tensione è regolabile grazie a un meccanismo che lo mantiene teso all'indietro. La tensione nel paterazzo consente dunque di controllare il flusso d'aria alla testa della randa.

Strallo: cavo sul quale si arma (si mette in posizione, si installa) il genoa. Ciò impedisce all'albero di cadere all'indietro. E' regolabile con il paterazzo, le sartie volanti e le sartie basse (per le manovre con le crocette acquartierate).

Sartie volanti: Armate su barche a vela dotate di una manovra frazionata, il loro punto di ancoraggio si situa al livello dello strallo al fine di irrigidirlo. La sartia volante al vento è completamente tesa per mezzo di un paranco e di un winch per poter prendere la tensione al massimo, e la sartia volante sottovento è totalmente cioccata (allascata). Si possono trovare le sartie volanti su una manovra di testa dotata di un trinchetto (piccola trinchettina da utilizzare durante una tempesta).
 

Tipologie di manovra

C:Usersfrancesca.simonaggioDownloadsma-pv (1).jpg

Esistono due differenti tipi di manovra:

La manovra fissa
I punti di ancoraggio del paterazzo e dello strallo si ritrovano alla testa dell'albero.

La manovra corrente
Il punto di ancoraggio degli stralli si ritrova a un'altezza diversa dal paterazzo.

C:Usersfrancesca.simonaggioPicturesmanovra fissa corrente.jpg

Seguendo la lunghezza dell'albero e la sua flessibilità, è possibile avere diversi piani di crocette. Le crocette possono essere laterali o acquartierate.

C:Usersfrancesca.simonaggioPicturescrocette.jpgCrocette acquartierate: Permettono all'albero di essere più stabile, non c'è bisogno di sartie volanti ma la regolazione dinamica dell'albero è limitata.

Crocette laterali: L'albero è dotato di sartie volanti, è spesso più sottile e interamente regolabile in dinamica. Si ritrova questa manovra su barche a vela con caratteristiche particolari.

 


Scelta del cavo e fissaggio delle sartie

La scelta del cavo per la vostra manovra è fondamentale. Esistono cavi in acciaio inox più o meno flessibili.

7 x 19 = Extra flessibile = per le drizze e rinvii del timone a ruota

7 x 7 = Flessibile = per le sartie volanti

1 x 19 = Rigido = per il paterazzo e le sartie

Per i cavi in acciaio inox delle sartie, raccomandiamo un'unica soluzione efficace: l'aggraffatura meccanica.

La scelta del tangone

Questa parte della manovra posta sulla parte anteriore dell'albero permette di armare uno spinnaker (andature portanti), è rimovibile e può essere simmetrico o asimmetrico.

I tangoni simmetrici sono dotati di penzoli (cavi che permettono di agganciare l'amantiglio e il vang) di ogni lato.<br >Il tangone asimmetrico non è dotato di penzoli ma ha la particolarità di avere alle estremità dei fissaggi che permettono di incappellare (agganciare) l'amantiglio e il vang. Sull'altro lato si trova una campana su un carrello sul quale azionare il tangone.


Rollafiocco o frulloni?

• Il rollafiocco:

Su una barca a vela il rollafiocco del genoa diventa un'attrezzatura di serie di molti costruttori. Permette di avvolgere di più o di meno la vela al fine di adattarla alla forza del vento. La vela è ingarrocciata (infilata nella gola) in uno strallo di alluminio.

• Il frullone:

A differenza del rollafiocco, la vela è ingarrocciata in uno strallo tessile rimuovibile. E' installato come supplemento per allargare il mix di andature della barca. Su questo strallo è possibile installare un gennaker, un codice 0 o uno spinnaker asimmetrico. Lo schema a lato fornisce un esempio di installazione. Dopo l'utilizzo lo si ammaina (rimuove) e lo si ripone nella borsa. Il frullone non supporta vele avvolte parzialmente.<br > 

 

Golfari e tenditori

C:Usersfrancesca.simonaggioDownloadsbh.jpgIl golfare è un pezzo indispensabile della manovra. Per la rigidità della manovra i golfari sono situati alle estremità dei madieri, che rappresentano l'ossatura stessa della barca. Lo spessore di un golfare deve essere almeno uguale al diametro della sartia. Il foro della forcelladevessere almeno uguale a 1.5 volte il diametro del cavo. Sartia, tenditore e golfare devono essere allineati in modo tale che la trazione si effettui a seconda dell'asse di simmetria Durante la regolazione della sartie, il vincolo minimo dei gambi filettati deve essere uguale a due volte il diametro della filettatura. Il gambo filettato dei tenditori non deve mai essere flesso né posto di taglio, ma deve sempre stare nell'asse della sartia.

 




Manutenzione

Prestate attenzione all'usura delle coppiglie che si trovano alle estremità delle filettature delle sartie (valvola di sicurezza se il tenditore di svita). Prestate attenzione alla fascia anti-raggi UV del rollafiocco del genoa; quando il genoa è arrotolato, la fascia protegge il genoa dai raggi UV, cosa che impedisce al genoa di bruciarsi con il sole. Allentate le sartie volanti e le sartie al vostro arrivo al porto; ciò consentirà all'albero di riprendere la sua tensione e la forma iniziale.

 

Prodotti correlati all’utilizzo delle manovre

Avvolgifiocco

Bozzello: Articolo per il montaggio di paranco e scotte

Bitte/Gallocce: Articolo per il bloccaggio delle cime sulla barca

Carrello per genoa: Strumento per regolare l’angolo di scotta

Grillo: Elemento di collegamento

Moschettoni: Utilizzati per la messa in sicurezza, per le drizze, vele della prua

Passacavi: Per guidare l’ormeggio

Strozzacotti: Per regolare il vang del tangone

Winch: Strumento per tendere una cima quando il vento è stabile o per effettuare regolazioni

Manovelle per winch


Attrezzatura supplementare

Consigliamo di mettere delle protezioni alle estremità delle crocette per evitare che le vele si aggancino tra loro. Con il nastro auto vulcanizzante è possibile effettuare delle protezioni efficaci. 

Quando siete controvento (andatura che permette di andare nella direzione contraria al vento) l'albero ha la tendenza a orientarsi sul fianco sotto vento e di allentare le sartie; in tal caso è consigliabile di legare le sartie con un matafione per tenerle insieme.

Attenzione: dovete sapere che la vostra manovra non è più assicurata trascorsi più di 10 anni.


Avvisami! Offerte e vantaggi