L'intimo termico

Scegliere bene

Un primo strato da scegliere con precauzione. Bisogna innanzitutto tenere presente che i vestiti non scaldano il corpo: esso è riscaldato dal calore che esso stesso produce. Il cotone non è d'aiuto nel conservare il calore; lana e altri materiali sintetici più isolanti sì.

Il principio riconosciuto e approvato da ormai tanto tempo è quello dei tre strati (3 strati di vestiti sovrapposti): 1 strato traspirante ed asciugante, 1 strato isolante e riscaldante,1 strato impermeabile e se possibile traspirante.

INFORMAZIONI ESSENZIALI

L' intimo termico è indispensabile durante la navigazione di mezza stagione e invernale, in navigazione costiera o d'altura e in regata. Per comprendere l'utilità dell’intimo termico è fondamentale capire il sistema dei 3 strati.

Maglia termica Pantalone termico
Maglie termiche Pantaloni e calzamaglie termici
  • Il secondo strato ricopre il ruolo di isolante termico. Esso trattiene il calore del corpo pur evacuando la traspirazione. Questo strato può essere più o meno spesso in funzione della temperatura esterna. Nelle stagioni più fredde puoi indossare pile e softshell.
Softshell Pile
Softshell Pile
  • Il terzo strato deve essere impermeabile, se possibile traspirante più o meno spesso in funzione delle condizioni del vento e della temperatura: di questa categoria fanno parte le cerate e le salopette.
Salopette d'altura Salopette costiera
Salopette d'altura
Salopette costiera

Da sapere

COME SCEGLIERE IL PRIMO STRATO?

Il taglio deve:

  • Essere ergonomico
  • Evitare gli sfregamenti contro la pelle
  • Essere funzionale (collo alto, ½ zip…)

La tecnologia attuale permette di realizzare un capo d'abbigliamento senza cuciture. Ciò evita tutti gli sfregamenti e le irritazioni durante la pratica di un'attività sportiva e dona al capo una grande capacità di estendersi. L'intimo termico è generalmente fabbricato in microfibra o con una base di Polartec. Il Polartec scalda più della microfibra.

I criteri imprescindibili per la scelta dell'intimo termico sono:
  • L’estensibilità, affinché il capo resti il più aderente possibile al corpo mantenendo il massimo comfort durante l'uso.
  • La traspirabilità per evacuare il sudore (il lato interno aspira il sudore mentre il lato esterno lo espelle).
  • Trattamento anti odore e antibatterico.

L'obiettivo dell'intimo termico è di mantenere al caldo il corpo anche quando il capo è umido.

MANUTENZIONE

Lavaggio a macchina a 30°. Non usare ammorbidente né fosfati o detersivi biologici.

Asciugare all'aria. Non stirare, non lavare a secco, non utilizzare l'asciuga biancheria.

Il nostro consiglio

Nel momento in cui non si è più in manovra si possono togliere gli strati superiori di vestiti per asciugare perfettamente l'intimo termico grazie al calore del corpo e dell'interno della barca.

Ti consigliamo di leggere le nostre guide "Come scegliere la giacca cerata", "I pile e i softshell da navigazione" e "Come proteggersi dal freddo in navigazione?".


SCOPRI IL NOSTRO UNDERWEAR TERMICO UOMO E DONNA